Vai direttamente al contenuto

UX Book Club, GNV e LeanUX

🗓 Quando: 🙇🏻‍♂️ Categoria: Meta lavoro 💁🏼‍♂️ Cosa: leanux, bonora, gnv, uxbookclub

Ieri sera altra serata Ux Book Club. Questo volta non presso le Officine Patelli (l'ultima volta invece sì) ma dai bravi e respect-full GNV&partners.
Il libro, tanto per cambiare, era lo stesso dell'ultima volta che meritava un approfondimento: Lean UX di Jeff Gothelf.
Il "facilitatore", o più classico "presentatore" della serata è stato il brillante e famelico Fabio Fabbrucci.

La serata si è svolta in modo molto piacevole e Fabio è stato proprio bravo a dirigere tutto e a coinvolgere tutti.
In particolare ha organizzato una lavagna (che io ho prontamente sporcato ad inizio serata con un pennarello indelebile) dividendola in quattro aree: "Up" per gli aspetti del Lean che ci piacevano, "Down" per quelli che non ci piacevano, "Doubts" per i dubbi e "Practice" per le esperienze che abbiamo avuto sul campo.
Qui di seguito una mia fedele riproduzione con tanto di post-it:

L'originale invece era più o meno così:

Tutti siamo stati chiamati a scrivere dei post-it sui temi del libro e a metterli in uno dei quadranti.
Una volta popolata la lavagna e "clusterizzato" per temi i post-it, siamo andati ad analizzare un topic alla volta e chi aveva dei dubbi si raffrontava con chi aveva avuto delle esperienze a riguardo, chi apprezava degli aspetti con chi non li condivideva.

Il risultato è stata una conversazione vasta e piacevole. Tutti hanno contribuito a loro modo, senza il mood "questo è sbagliato/questo è corretto", creando un sano confronto che ha permesso di capire più a fondo la LeanUX. Che era poi lo scopo della serata.

Ricapitolando: bella serata, organizzazione impeccabile, discussione interessante e bella gente. Bravi tutti. Ma bravi davvero.

Ps. In queste occasioni, guru incontestati del web Emiliano-romagnolo, si lasciano andare a facili selfie sui loro tanto amati social network:

Saluti da Andrea Bonora

Bello ‘sto sito eh, ma me lo dimentico tra meno di subito

Ti capisco amico mio. Neanche io mi ricorderei di me. Per questo ho fatto una pagina about e creato una newsletter che uso per avvisarti quando pubblico qualcosa di nuovo. Metti che ti fa comodo.

Una newsletter? Sì: email molto brevi, molto di rado (la stessa frequenza con cui pubblico), e puoi cancellarti quando vuoi. Non mi offendo.

Facciamolo 💌