Vai direttamente al contenuto

Ode ai piccoli siti fatti con amore ❤️

Ode ai piccoli siti fatti con amore ❤️
I tour di Taste Bologna

Alcuni tour di Taste Bologna 🤤

Taste Bologna 🍝

Di recente – oltre ad un progetto ENORME di cui non possiamo parlare – noi di Modo abbiamo lavorato ad un progetto di dimensioni contenute ma ad altissimo tasso di soddisfazione. Taste Bologna.

C'è questo ragazzo, Andrea, che ha avuto l'idea di organizzare giri turistici di qualità a Bologna. Un giorno mi scrive, parliamo, e iniziamo subito a lavorare. L'obiettivo era lavorare al sito della sua attività (appunto, Taste Bologna) in modo che diventasse facilmente aggiornabile e più veloce, tutto senza apportare modifiche grafiche (aveva già lavorato con un grafico). Easy peasy direbbe Pizzul.
Pur essendoci diversi vincoli non aggirabili, il lavoro è andato liscio come l'olio e a posteriori siamo tutti felici e contenti di com'è andata 🤗

Ma torniamo un attimo indietro. Mentre lavoro al sito in questione, inizio a leggere i post del suo blog e scopro che le pizzerie che consiglia sono effettivamente quelle che consiglierei anche io. La cosa continua nei giorni a seguire: torno a leggere un post del blog e scopro che anche le biblioteche e i forni suggeriti sono quelli che consiglierei io (ok, i forni non li conoscevo tutti).
Insomma Andrea scriveva post indirizzati ai turisti, certamente, ma incredibilmente aggiornati e utili anche per un autoctono! Dulcis in fundo, sempre sul sito mi imbatto nelle 8 idee di souvenir originali da prendere a Bologna e quando leggo del mini mattarello da Garganelli penso "waaaaa! sai che figurone che faccio se suggerisco una roba del genere a uno straniero!".

Ancora una, l'ultima: in questi stessi giorni, ma questa volta nel mondo fuori da internet, vado a prendere un caffè in uno dei bar che frequento di solito. Insomma faccio due chiacchiere di circostanza e viene fuori che anche lì conoscono Andrea (!!!) e che si trovano bene e che è bravo e professionale etc etc. Ultimissima: una sera a casa di alcune amiche che lavorano in uno dei migliori forni non-hipster della città, si ripete la stessa storia. Ok, iniziavo a sentirmi perseguitato 😱😅

Insomma, il sito era l'unico e ultimo tassello che mancava per completare alla perfezione l'esperienza che, con attenzione maniacale e quotidianamente, Andrea curava (e cura) per i turisti fortunati che si trovano ad incontrarlo.

Ebs

Le nuove storie di Emmaboshi

Emmaboshi 👩🏼‍🎨

Sempre di recente, mi è capitato di lavorare ancora una volta al sito di Emmaboshi (che ha appena messo in vendita i calendari 2019 😱💸). Emmaboshi.net è effettivamente il primo sito che ho messo in codice in maniera autonoma la bellezza di 10 anni fa (ho controllato le email, il primissimo go-live andava in scena proprio in questi giorni del 2009) e nell'ultimo periodo abbiamo aggiornato lo shop del sito per raccontare meglio le storie alla base dei singoli prodotti e presentarli il maniera più... "giusta".

A differenza di Taste Bologna, il sto di Emma negli ultimi 10 anni ne ha letteralmente viste di cotte e di crude: nuovi layout, nuovi cms, import di dati massivi, ancora nuovi cms, ancora nuovi layout, attacchi hacker, sottodomini improbabili – di tutto e di più. Possiamo dire che il sito è un po' un (uno dei) playground di Emma per quanto riguarda il web. E di riflesso, il codice non è mai perfetto o quantomeno "terminato". Dopo 10 anni, ormai, me ne sono fatto una ragione 🙂

Beh, il sito di Emma è un altro esempio di sito piccolo e profondamente curato: non deve fare "chissà cosa", ma nel complesso rispecchia appieno l'attività articolata e sempre in evoluzione del "grafico post-maniera" dei poster fluo. E proprio per questo motivo secondo me piace e , soprattutto, funziona.

Decarola-panico

🤕 Decarola

E finalmente arriviamo al tasto sito dolente: il mio. Nella vita fuori dallo schermo mi ritengo una persona abbastanza attiva: ho sempre una passione, un hobby, un esaurimento più o meno temporaneo da condividere con tutti i miei amici (quelli che ho la fortuna di vedere di persona magari con una birra in mano). Ecco, esattamente all'opposto, il mio sito – questo che stai guardando, decaro.la – da questo punto di vista non è assolutamente aggiornato. E, mi cascassero i diti dalle mani se non lo faccio, ho deciso di metterci una pezza.

Intanto, come ogni anno, a gennaio mi ero ripromesso di scrivere un post al mese e ad oggi siamo a quota QUATTRO post (cinque se contiamo anche questo): dobbiamo porre rimedio (plurale maiestatis). Come? Mi impegno a scrivere un post dopo l'altro da qui a Natale. Inizialmente volevo fare un post al giorno ma provo ad essere realista. Il blog dell'avvento proviamo a farlo l'anno prossimo.

Subito dopo devo dare una ricompattata anche a layout e codice. Per quanto riguarda il layout, ho deciso di auto-compiacermi e fare un layout responsive dedicato ai grandi slam: un tema per ogni slam in programma (se non sai di cosa sto parlando leggi wikipedia, suggerimento: 🎾). Per quanto riguarda il codice, invece, devo dare una risistemata in generale. L'ho fatto veramente nei tempi persi. A Natale so cosa fare dopo il canonico pranzo.

Insomma, da qui in avanti proverò a svegliare questo sito che particolarmente sveglio non è mai stato.

Se hai suggerimenti, esempi di siti piccoli e curati, o peggio segnalazioni su cose che ho lasciato incomplete sul sito o – male dei mali – a zonzo, fammelo sapere. Segnalamelo come meglio credi, anche nei commenti (vale per tutti tranne per cieffe27, che di solito mi cazzia su Facebook).

Ci vediamo presto.