Vai direttamente al contenuto

CD14: Mercato Ritrovato + Coop + Barbieri

Giornata lunga anche oggi, iniziata in coda al freddo davanti la Coop.

Poi però è andata meglio.

In ordine sparso:

  • Un ecommerce di corsa corsissima 🏃🏻‍♂️ che però ha funzionato.
  • Barbieri lo chef 👨🏻‍🍳 sta facendo dei video che mi fanno sganasciare dal ridere.
  • Last but not least: ho trovato un video game che mi piace.🕹
Surf corona

Mercato Ritrovato, ritrovato

Il Mercato Ritrovato è il mercatino di frutta e verdura a Km 0 che fanno il sabato mattina nella piazzetta davanti la Cineteca di Bologna. È un posto molto bello che quando iniziò, una decina di anni fa, fece riscoprire la dimensione della "piazza" a tante persone (compreso al sottoscritto). Adesso per colpa dell'onnipresente Coronavirus, anche questo mercato non può più avere luogo.

Long story short, venerdì a pranzo abbiamo avuto l'ok definitivo per tirare su un ecommerce in fretta e furia. Stamattina verso le 10:30 lo store riceveva regolarmente ordini.

Di più: in teoria lo store sarebbe dovuto restare "aperto" per due giorni e doveva raccogliere massimo 250 ordini. Sempre oggi, alle 13:30, dopo meno di 4 ore dall'apertura, abbiamo dovuto chiudere lo store in anticipo dopo aver superato quota 250 ordini.

Si può dire che è andata bene 😝

Prendo questo scatolone bianco, grazie

Avendo chiaro l'obiettivo di dover andare online tassativamente oggi, abbiamo usato ogni minuto lavorativo dal pranzo di venerdì fino a questa mattina per mettere in ordine la miriade di cavilli del sito. Faccio l'esempio più simpatico: non avevamo le foto dei prodotti (centinaio di prodotti in totale). Dovevamo fare le foto in fretta.

Sabato ci sarebbero state le consegne della settimana precedente. Ottimo momento per fotografare i prodotti! Ed ecco dunque la nostra super strategia: man mano che i produttori portano gli articoli per le consegne, facciamo una foto al produttore (così da ricordarci di chi è il prodotto), e poi taac foto al prodotto. Cosa potrà mai andare storto?

Risultato? Siccome avevano tante consegne e poco tempo non si è riusciti a fare le foto a tutti i prodotti. E on top, alcuni prodotti erano già impacchettati e quindi ci siamo ritrovati con alcuni prodotti raccontati da delle bellissime foto di scatoloni bianchi 😂📦

Soluzione? In attesa delle foto vere abbiamo usato la foto del produttore stesso, così i clienti (almeno gli abitué) possono riconoscere il volto che vedono fisicamente al mercato. Volevamo anche aggiungere la dicitura "la foto è simbolica, stai tranquillo che non ti invieremo Tizio Caio", ma poi non lo abbiamo fatto. Ci sentiamo comunque simpatici per aver avuto l'idea.😝

Ci sono altri esempi di soluzioni "adattate" al caso specifico. Dai pagamenti, alle zone da cui accettare gli ordini, dai giorni di apertura alla reportistica. Tutto è stato gestito in maniera incredibilmente efficiente e con lo sforzo diffuso di un gruppo ristretto (ristrettissimo) di persone oggi alle 14:00 eravamo tutti a prendere il caffè (da remoto) soddisfatti del lavoro svolto.

Si può fare meglio? Ma certo! Si possono fare mille mila migliorie ma la funzione essenziale, il core, è online. Ed è una cosa buona per il mercato, per i produttori locali, e per le persone che possono fare un po' più di spesa online senza uscire di casa.

Bella storia, eh?

Mercato ritrovato

Per vederlo online dovrai aspettare lunedì prossimo!

Barbieri is the new Gianluca Vacchi

Le giornate sono quello che sono e, come saprai bene se hai letto qualche post del Coronadiario, ogni giorno è una scusa buona per cucinare. In questi giorni, non voglio sapere perché, Youtube mi ha consigliato un video di Barbieri. Lo chef.

Stu-pen-do.

Non riesco a smetterli di guardarli. Tutti i suoi ultimi video sono uno spasso. In pratica c'è lui che, da una casa normale, con una cucina normale, con attrezzatura normale, girati con un telefono normalissimo, ti spiega come svuotare il frigo e fare dei piatti. Ma è UMANO!

Passa di più l'entusiasmo e la "fotta" di non uscire di casa che quello che sta cucinando. Non lo so se è genuino o no, ma gli viene benissimo. Zero snobismo, zero paranoie. L'importante è cucinare in casa e uscire il meno possibile.

Adesso a casa quando cucino è tutto un "in cucina, non si butta via niente!", "cooooosh-ì", "sei il numero uno!", e l'immancabile "io reshto a casa!".

Da bacetti. Bravo Barbieri.

A che giochi? A fare la metro.

Un paio di note di colore per chiudere la giornata.

Non mi piacciono i video game in generale. Quando ne trovo uno che mi piace lo tengo li e ci gioco per, letteralmente, anni (sono giochi che non richiedono molto impegno o costanza).

Oggi ne ho trovato uno di questo tipo. Inizialmente 🐯 mi ha preso in giro ma poi appena ha iniziato a giocarci ha capito sulla sua pelle (e sulla nostra cena) quanto crea dipendenza anche in poco tempo.

Si chiama Mini Metro e lo scopo è creare la rete metropolitana di una città. Carina la grafica, carino che è senza fretta, carino che ci sono le città vere, carino l'Helvetica, carino che è gratis, carino tutto.

Mini metro

Va che bellino.

Ultimissima cosa: ho cambiato titolo. Non riuscivo più a scrivere "Coronadiario: giorno tredici" etc. Troppo lungo e troppo anonimo.

Cose che fanno la differenza.

Hamburger

Stasera Hamburger e birra. Alla faccia di Barbieri 😜