Vai direttamente al contenuto

Redesign: mi sono taggato addosso

🗓 Quando: 🙇🏻‍♂️ Categoria: Meta lavoro 💁🏼‍♂️ Cosa: architettura delle informazioni, resmini, architecta, content first

TL;DR

La quarantena ha dato una botta di vita a questo blog come mai prima era successo.

Parallelamente alla scrittura dei post sto pian piano mettendo in ordine i tanti piccoli dettagli del sito che ho tralasciato nel tempo.

In sintesi mentre prima avevo un tripudio di categorie, adesso ho limitato le categorie a un numero molto piccolo (tre). Quelle che erano le vecchie categorie, adesso sono tag.

Un'evoluzione degna di Charles Darwin.
Alev takil d 1 FY75fh s unsplash

Sette anni di categorie

Il primo screenshot di archive.org di questo sito risale ad agosto 2012 (se vuoi vedere questo sito da giovane guarda qui). Il blog secondo me è arrivato per vie traverse a fine 2013. Ecco, è da allora che categorizzo i post che scrivo a cuor leggero. Dopo sette anni mi sono ritrovato con un tripudio di categorie, alcune delle quali senza un vero senso.

Ti dico due numeri, giusto per ammazzare il tempo (siamo pur sempre in quarantena). Se sei un architetto dell'informazione forse è meglio se ti siedi.

Allora:

Il totale delle categorie ammonta (ammontava) a un bel centodue categorie diverse. Questo grazie al numero ridicolmente alto di categorie che riguardano un singolo post (ben trentotto categorie one-shot). 

Segnalo tra questi "cani sciolti" le categorie: resmini (😊), architecta (😁),  content first (🤣 LOL).

Le categorie usate più spesso sono state:

  • Coronavirus – ovviamente – con 30 post sul tema.
  • Segue la categoria Mangiare, strettamente collegata alla precedente, con ben 28 post.
  • A seguire i tipici temi geeky: Conferenza (17), Front-end e web (16) e Bologna (12).
    Cesar carlevarino aragon NL DF0 Klepc unsplash

    L'officina di Marie Kondo

    Ordine nel caos

    Hai presente la sensazione di quando hai appena messo in ordine una stanza incasinata? Ecco, mi sento così ma per il blog.

    Ora le categorie sono:

    1. Lavoro
    2. Meta-lavoro
    3. Miscellanea

    La prima e la terza categoria direi che non necessitano spiegazioni.
    ... che poi la spiegazione sintetica sarebbe semplice: faccio siti, cucino e faccio facevo sport.

    La seconda categoria invece è un limbo: sono quelle cose che fai per il gusto di farle. Che però non sono le cose che fai quando fuori c'è una bella giornata e non c'è una pandemia in corso.

    Degenero

    La seconda categorie comprende attività come aggiornare le categorie del blog. O scrivere un post su come hai aggiornato le categorie del post 😁. Insomma: il gusto del meta.

    Potrei andare avanti per ore, tipo fino ad avere una categoria che descrive le categorie 😁.

    Capito il gusto del meta? 😁

    Ok la smetto.

    Bello ‘sto sito eh, ma me lo dimentico tra meno di subito

    Ti capisco amico mio. Neanche io mi ricorderei di me. Per questo ho fatto una pagina about e creato una newsletter che uso per avvisarti quando pubblico qualcosa di nuovo. Metti che ti fa comodo.

    Una newsletter? Sì: email molto brevi, molto di rado (la stessa frequenza con cui pubblico), e puoi cancellarti quando vuoi. Non mi offendo.

    Facciamolo 💌