Vai direttamente al contenuto

CD54: Liberazione in cucina

🗓 Quando: 🙇🏻‍♂️ Categoria: Miscellanea 💁🏼‍♂️ Cosa: Mangiare, Coronavirus, Tennis

TL;DR

Torno sul filone coronadiario. Dall'ultima volta è cresciuta questa sensazione di giornate tutte uguali nonostante gli sforzi per renderle diverse.

La cucina è la vera svolta di questa quarantena.

Più in particolare questa volta parliamo di:

  • cambio di stagione
  • sagne + pizza + tagliatelle tricolore per il 25 aprile
  • ping pong di fortuna
  • stretching pseudo pilates
Corona tennis

Come dicevo in casa ci sono stati un po' di aggiornamenti, tutti positivi.

First thing first, abbiamo fatto il cambio di stagione
...e pensare che i primi giorni di quarantena nevicava ❄️😳.

Tutto regolare se non fosse che mancano gli antitarme quindi abbiamo casa piena di scatole di vestiti che non possono ancora essere rimessi al loro posto. Tigotà salvami tu.

Per il resto le novità sono sportive e culinarie.

Tennis tavolo

Ok, non è proprio come Wimbledon.

Tempo di oliare la catena

Pilates 🧘 ?

Stamattina mi sono fatto coinvolgere (senza giusto preavviso) dalla golpista in una lezione da remoto di... stretching? respirazione? pilates? un po' di tutto? non saprei dirlo. Era una di quelle lezioni con solo donne che si sparano delle pose assurde su un tappetino. Non proprio il mio mondo.

È stato un po'... difficoltoso. Più che altro perché fatto da appena sveglio con le gambe ancora atrofizzate dal letto. Se poi ci aggiungi che non faccio sport da due mesi ... voilà le articolazioni rigide e muscolose come un sedano 🥒.

Alla fine non ero stanco e il mio cervello invece di svuotarsi non ha fatto altro che pensare a che voglia ho di giocare a tennis. Non do molte soddisfazioni in queste attività con i tappetini 🤗

Ping pong 🏓 ?

Due settimane fa ho ordinato su Amazon racchette da ping pong e annessa rete da mettere sul tavolo. Le racchette sono arrivare, la rete la sto ancora aspettando.

Alla fine, sempre insieme al vicino tennista, abbiamo tirato su un ping pong di fortuna con una cassetta di verdure dei vicini per fare la rete e un vecchio tavolo convertito a campo da gioco. Roba da libro cuore.

Puntuale è esplosa la voglia di giocare. Volano le ore a suon di "ultima?". Da un maestro di tennis e da un patito di tennis fermi da due mesi era prevedibile.

Tennis e ciclismo 🎾 🚴‍♂️ !

La vera grande novità è che dal 4 maggio due sport su tre tra
quelli che pratico normalmente tornano ad essere "legali".

Infatti nel comunicato di stasera di Conte, nel suo non dire niente ha detto che tennis e ciclismo si possno fare.

Bisognerà avere i guanti per il primo e due metri di distanza per il secondo. Si può fare! Bella lì!

Il 4 maggio mi sveglio all'alba e vado a vedere se mi ricordo com'è il mondo là fuori.

Marinara

Legalize it

Sagne, pizza e tagliatelle

Ma veniamo ai fornelli. Il vicino tennista si è unito a noi sia lato produttivo che lato consumazione. Il weekend del pianerottolo è diventata una tradizione in fretta.

Venerdì sera sagne. Questa volta con i fagioli. Ammetto che dalle dimensioni potevano sembrare dei maltagliati. Ma sono andati alla grande lo stesso. Bonus: la crosta di formaggio che cuoce nel condimento con i fagioli è stata una ghiotteria 🤤.

Per il sabato in programma avevamo la pizza.

Se non fai la pizza non è vera quarantena

Sabato 25 aprile purtroppo non siamo usciti di casa come normalmente facciamo. Abbiamo usato la pizza per pensare ad altro e per lenire questo dispiacere.

Io ero esonerato dal compito pizza e la golpista con Federer ha gestito tutto dall'impasto al forno.

Risultato superiore alle aspettative della temuta "prima volta", nonostante il nostro forno non sia proprio da cucina Michelin.

La mia preferita è stata la marinara. Ne avrei mangiate due teglie. Legalize marinara sempre.

Infine ho avuto l'idea di celebrare la liberazione con delle tagliatelle tricolore. Mi è venuta che la pizza era già in forno, quindi abbiamo fatto che rimandarla alla domenica.

Tagliatelle della liberazione

Così oggi abbiamo prima preparato il ragù – stavolta con un macinato squisito, niente pezzi grossi – e poi mi sono messo a impastare. Prima con le cicorie (per quelle verdi), poi con la rapa rossa (per quelle rosse), infine solo con uova e farina (per quelle "bianche"). Mooolto carine da vedere e altrettanto buone da mangiare. Ancora gioia e gaudio. Abbiamo fatto una scarpetta selvaggia alla fine del piatto per essere sicuri di non lasciare nulla.

Sempre per l'approccio lean alla cucina mi appunto per la prossima volta:

  • Le rape vanno fatte bollire di più, molto di più. Così quando le frulli non lasciano residui solidi.
  • Tutto va preprarto molto prima. Pranzare alle 14:20 va bene quando sei in quarantena e come ospite hai il vicino di casa. Fossimo stati non in quarantena valeva come cena!

Tricolore

Che gioia la tagliatella ❤️